Da L'Aquila a Campo Imperatore e la Piana di Navelli

Itinerario in moto nell'Appennino con un percorso di 250 km all'interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Itinerario


Visualizza Parco del Gran Sasso in una mappa di dimensioni maggiori

Variante
  • L'Aquila
  • Amiternum
  • Passo delle Capannelle
  • Lago di Campotosto
  • Ortolano
  • Fano Adriano
  • Pietracamela
  • Prati di Tivo
  • Montorio al Vomano
  • Isola del Gran Sasso

Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Il Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga è stato istituito nel 1991 tra le province di L'Aquila (dov'è la direzione dell'Ente Parco), Rieti, Ascoli Piceno, Teramo e Pescara. Il parco comprende interamente la catena montuosa del Gran Sasso ed i Monti della Laga, con la dorsale principale che va dal Passo delle Capannelle a Vado del Sole, rispetto alla quale corre parallele la catena che arriva al valico di Forca di Penne con le vette del Corno Grande (2912m), del monte Prena (2561m), del Monte Camicia (2570m), di Pizzo Intermesoli (2646m) e del Corno Piccolo (2655m). Sotto il Corno Grande si trova l'unico ghiacciaio degli Appennini, il Calderone, dopo il quale le due dorsali si allargano formando la Piana di Campo Imperatore. Sotto il monte Camicia, poi, si trova la Fonte Grotta, che è la sorgente più alta dell'Appennino. Una seconda catena parallela alla principale è formata dal Monte San Franco (2132m), dal Monte Portella (2388m), dal Monte Scindarella (2233m) e dal Monte Bolza (1904m).

Gran Sasso
Gran Sasso

Testimonianze notevoli del monachesimo benedettino sono Santa Maria di Propezzano, Santa Maria di Ronzano, San Clemente al Vomano e San Giovanni al Mavone. Altri paesi interessanti sono Canzano, Castelli e Prati di Tivo nel Comune di Pietracamela.

Percorso

Da L'Aquila prendere l'autostrada verso Teramo, percorrendo la quale è possibile vedere da vicino il versante aquilano e teramano del Gran Sasso all'ingresso e all'uscita del tunnel che lo attraversa. con il suo anfiteatro. Si esce ad Isola del Gran Sasso d'Italia dove è possibile visitare il Santuario di San Gabriele. Si prosegue verso Castelli per poi scendere verso Castel del Monte, due dei paesi tra i Borghi più belli d'Italia toccati con questo giro.

Peltuinum
Peltuinum

Si scende quindi verso Ofena e quindi Capestrano con il suo castello, per poi tornare a salire verso la Piana di Navelli, un altro dei borghi più belli e famosa per il suo zafferano. Si prosegue verso il bellissimo paese di Bomunaco, dove è possibile visitare il complesso dell'abbazia di Santa Maria Assunta con l'oratorio di San Pellegrino, il suo castello e l'eremo di San Michele, facilmente raggiungibile a pochissima distanza dall'abitato.

Si prosegue verso Prata d'Ansidonia e quindi verso i resti di Peltuinum, antica città sull'itinerario del Tratturo L'Aquila-Foggia.

Rocca Calascio
Rocca Calascio

Proseguendo si incontra Calascio, sormontato dal fantastico castello di Rocca Calascio. Si prosegue verso Santo Stefano di Sessanio, il quarto dei borghi, per tornare a salire verso la Piana di Campo Imperatore, dove è possibile fermare la moto alle pendici della montagna nei pressi dell'osservatorio astronomico. Si torna a L'Aquila scendendo verso Assergi e da qui verso Paganica e Bazzano.

Variante

Se si preferisce non percorrere l'autostrada, da L'Aquila si può prendere la SS80 verso Teramo, visitando i resti di Amiternum con il suo anfiteatro romano. Si prosegue per i Monti della Laga con la bellissima salita verso il Passo delle Capannelle, raggiunto il quale si devia verso il Lago di Campotosto. Si torna verso la Strada Statale 80 del Gran Sasso d'Italia per raggiungere Pietracamela, uno dei paesi tra i Borghi più belli d'Italia.  Si torna lungo la Statale 80 per scendere verso Montorio e da qui tornare a salire verso Isola del Gran Sasso.

Altre foto sulla mia pagina Facebook

Continua